Archivi tag: La Russa

Morire di dignità

Morire in Afghanistan è evidentemente un’impresa eroica. Le salme dei sei militari italiani uccisi ieri a Kabul sono già cumuli di ossa sacre, eroiche spoglie di martiri della democrazia: così le descriveranno i politicanti in questi giorni.
Le descriverà così Silvio Berlusconi, che sul Corriere della Sera ha ricordato che “come gli altri alleati siamo impegnati per difendere la democrazia che si sta affermando in questo paese e che, comunque, è ancora molto lontano dall’essere civile e moderno”, una modernità e civiltà da misurarsi, secondo il demiurgo di Milano 2 e Milano 3, in chilometri di asfalto: “Io ho detto per esempio che un’idea potrebbe essere quella di asfaltare le strade perché lì ci sono discariche continue e questo dà proprio un senso dell’abbandono e del Medio Evo”.

Le descriverà così Ignazio La Russa, ministro della Difesa, quello del “Vili, non ci fermeranno”, lui sì di una violenza verbale e di una barbarie davvero medievale.
Mentre ogni giorno qui in Italia muoiono 4 operai sul posto di lavoro e in Afghanistan muoiono decine, centinaia di ci-Vili, noi dobbiamo piangere i nostri eroi di Kabul. Morti lontano da casa, in uno stato così lontano dalla Sardegna o dalla Campania che è difficile addirittura pronunciarne il nome per le loro famiglie.
Diranno ai parenti che sono morti con onore, per difendere la democrazia, senza avere rispetto per quei militari tornati in un sacco di plastica, né per quelli in Afghanistan, né tantomeno per le loro famiglie.
Le nostre truppe, come ha ricordato su PeaceReporter Fabio Mini, ex comandante del contingente Nato in Kosovo, sono in guerra per salvare l’immagine internazionale della Nato, per un’operazione di marketing pagata col sangue.
Muoiono in Afghanistan per la dignità del loro Paese.
Quella dignità che, come i nostri soldati, qui in Italia muore ogni giorno di più.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Dintorni